23.8 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

martedì, Maggio 24, 2022

Rinforzati i controlli antiCovid; Eseguiti ordini di carcerazione

Da leggere

AGRIGENTO, RINFORZATI I CONTROLLI DEL TERRITORIO VOLTI A VERIFICARE IL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI SUL CONTENIMENTO CONTAGIO COVID-19

Nel corso del fine settimana sono stati rinforzati i controlli del territorio volti a verificare il rispetto delle disposizioni sul contenimento contagio COVID-19.

A capo sono state predisposte pattuglie interforze (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, e Polizia Locale), che anno eseguito massicci controlli di locali e persone sia nel centro cittadino e località periferiche del capoluogo, con particolare riferimento alla località di San Leone.

Nella circostanza sono stati controllati 38 esercizi commerciali n. 419 avventori, 7 pullman, sui quali viaggiavano 86 persone.

A seguito dei citati controlli, venivano elevate 2 sanzioni, nei confronti di due esercizi commerciali: una ubicato a San Leone il cui titolare veniva trovato all’interno sprovvisto di Green Pass. Il secondo ubicato nel centro storico di Agrigento veniva sanzionato perché il titolare veniva trovato con Green Pass scaduto.

AGRIGENTO, PERSONALE DELLA LOCALE SQUADRA MOBILE, PROCEDEVA ALLA NOTIFICA DELL’ORDINANZA DI CARCERAZIONE

In data 19 febbraio 2022, in Agrigento, personale della locale Squadra Mobile, procedeva alla notifica dell’Ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Potenza –, nei confronti di D. M., del 24.03.1974 di Bitonto, in atto già detenuto presso la Casa Circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento poiché riconosciuto colpevole dei reati devastazione e saccheggio.

In data 19 febbraio 2022, in Licata (AG), personale della Polizia di Stato del locale Commissariato P.S di Licata (SR) in esecuzione del Provvedimento revoca di decreto di sospensione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo -, traeva in arresto EL B. A., marocchino del 28.07.1971, residente in Licata, per l’espiazione di anni 1 e mesi 8 di reclusione, perché riconosciuto colpevole dei reati di minacce e danneggiamento.  Al termine delle formalità di rito   veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Agrigento.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy