Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Musumeci ripristina dopo otto anni l’Ufficio Stampa della Regione Siciliana

A otto anni dalla sua abolizione - evidenzia Musumeci - abbiamo ripristinato un Ufficio

A otto anni dalla sua abolizione – evidenzia Musumeci – abbiamo ripristinato un Ufficio affidandolo a professionisti.

Torna a “rivivere” l’Ufficio stampa della Regione Siciliana. Sarà composto, al momento, da sei giornalisti che hanno superato il concorso bandito nell’aprile del 2019. Stamane, i professionisti Gianluca Caltanissetta, Fabio De Pasquale, Gianluca Reale, Luca Salerno, Alessandra Turrisi e Carmen Vella hanno preso servizio a Palazzo Orleans. All’insediamento ha voluto presenziare il presidente della Regione Nello Musumeci, che ha espresso ai neo assunti l’apprezzamento e l’augurio di buon lavoro.

«A otto anni dalla sua abolizione, da parte del precedente governo – evidenzia Musumeci – abbiamo ripristinato un Ufficio affidato a professionisti, come nelle altre Regioni italiane. Nel contempo, procederemo a una nuova selezione, visto che sei dei dodici posti messi a concorso, in questa tornata, non sono stati coperti per le valutazioni operate dalla commissione esaminatrice».

Per la cronaca, il “precedente governo” era quello di centrosinistra di Rosario Crocetta.

L’opinione.

Cioè, al giorno d’oggi, con tantissima Informazione: digitale, su carta, televisiva, satellitare, via cavo, antenna, ecc. e migliaia di dipendenti regionali in Sicilia, cui il 70%, a detta dello stesso Presidente della Regione Siciliana, è “inutile” (“15 Ottobre 2020 Il Presidente della Regione: il 70 per cento dei dipendenti è inutile“ e poi “1 Dicembre 2020 Premi ai direttori, dirigenti e dipendenti dal Governo di centrodestra della Regione Siciliana”) per Musumeci è necessario ripristinare l’Ufficio Stampa della Regione Siciliana. Tanto alla fine, anche per il centrodestra, pagano i buoi-contribuenti.

Adduso Sebastiano