24.6 C
Castellammare di Stabia

Vivi Radio

giovedì, Maggio 26, 2022

25.02.22 notizie dalla Presidenza della Regione Siciliana

Da leggere

25 febbraio 2022, notizie dalla Presidenza della Regione Siciliana

PALERMO, IL PROGETTO DEL CENTRO CONGRESSI

Palermo potrebbe avere presto il suo Centro congressi, una struttura moderna da realizzare all’interno del padiglione 20 dell’ex fiera del Mediterraneo. Lo studio di fattibilità è stato presentato a Palazzo Orlèans dal presidente Musumeci, insieme al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, al ceo della F&M ingegneria, Sandro Favero, e al dirigente generale del dipartimento regionale Tecnico, Salvo Lizzio.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO, CONCLUSI I LAVORI AL PORTO: NUOVA BANCHINA E WATERFRONT RIQUALIFICATO

 Il porto di Castellammare del Golfo, nel Trapanese, ha un nuovo volto. Conclusi i lavori finanziati dall’assessorato regionale alle Infrastrutture per oltre 14 milioni di euro. Si tratta di opere attese da decenni: la nuova banchina da 400 metri, un piazzale attrezzato con edifici destinati ai servizi portuali, la riqualificazione del waterfront di piazza Castello, cuore del borgo marinaro. Il presidente Musumeci e l’assessore Falcone hanno visitato il cantiere appena ultimato.

PROTESTA AUTOTRASPORTATORI SOSPESA, LA REGIONE: «STANZIATI 10 MILIONI, LO STATO FACCIA LA SUA PARTE»

L’agitazione degli autotrasportatori siciliani contro l’aumento del costo del carburante è stata sospesa, ma «la vertenza resta aperta». Lo ha annunciato l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, che ha attivato un tavolo permanente con i rappresentanti della categoria. La svolta è arrivata anche grazie ai contatti che il presidente Musumeci ha avviato con il ministro Giovannini, dopo avere incontrato i manifestanti al casello di Catania della A18. L’esponente del governo Draghi, infatti, ha assicurato il varo di misure a sostegno della categoria. Intanto, grazie all’accordo tra l’assessorato alla Mobilità e la Consulta regionale per l’autotrasporto, la Regione stanzierà 10 milioni di euro per il settore.

INFRASTRUTTURE, MUSUMECI: «OLTRE UN MILIARDO PER OPERE IDRICHE, STRADE E FERROVIE IN SICILIA»

 Un “tesoro” da 1,2 miliardi di euro per cambiare il volto delle infrastrutture siciliane. È l’ammontare delle risorse relative alla programmazione 2021-2027 del Fondo sviluppo e coesione (Fse) che verranno anticipate all’Isola per opere immediatamente cantierabili.  Una dotazione che sarà destinata alla costruzione o al completamento di strade, autostrade, ferrovie, dighe e reti idriche. Il Piano degli interventi è stato presentato a Catania dal presidente Musumeci e dagli assessori all’Energia, Baglieri, e alle Infrastrutture, Falcone.

IL GOVERNO REGIONALE AL FIANCO DELLA RICERCA, PRONTI 4 PROGETTI, SI ATTENDE SOLO L’OK DAL MINISTERO

Fare rete per rilanciare la ricerca scientifica.  La Regione, per dirla con le parole del presidente Musumeci, vuole svolgere «un ruolo attivo». Dopo la sigla dell’accordo con i quattro atenei siciliani, che porterà alla creazione di un Polo per la ricerca e l’innovazione, sono stati presentati i primi quattro progetti: il Centro nazionale di biodiversità, il Centro per l’innovazione “Samothrace” sulle micro e nano tecnologie, il potenziamento dell’infrastruttura di ricerca Km3Net in costruzione nel Mar Mediterraneo e il riconoscimento di infrastruttura di ricerca strategica per la Fondazione di scienze religiose di Palermo.

SCUOLA, SEI MILIONI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

 Volge a conclusione “Study in Siciliy”, il progetto che, attraverso il programma Erasmus Plus e il Fondo sociale europeo, ha investito sei milioni di euro nel processo di internazionalizzazione del sistema d’istruzione superiore della Regione. Coinvolti tutti gli stakeholders del territorio (scuole, università, conservatori, accademie di Belle arti e istituti tecnici superiori), dando la possibilità agli studenti di partecipare ad attività di mobilità europea ed extraeuropea, grazie all’incremento delle borse di studio. Individuati cinque paesi target (Egitto, Tunisia, Algeria, Giordania e Marocco) che daranno vita all’Antenna del Mediterraneo dell’istruzione, ma «auspico – ha detto l’assessore all’Istruzione Lagalla – che possano aderire presto altri Paesi della sponda Sud del Mediterraneo».

NUOVE BARELLE AL PRONTO SOCCORSO DI VILLA SOFIA PER RIDURRE I TEMPI D’ATTESA DEL 118

Basta con le ambulanze ferme al Pronto soccorso in attesa di riavere le barelle. La Struttura commissariale per l’emergenza Covid, guidata dal presidente Musumeci in qualità di commissario delegato dello Stato e che vede come soggetto attuatore l’ingegnere Tuccio D’Urso, ha consegnato all’ospedale Villa Sofia di Palermo nove barelle, identiche a quelle in dotazione alla Seus, il servizio di emergenza-urgenza 118 in Sicilia. Serviranno a ridurre i tempi d’attesa: gli operatori sanitari a bordo delle ambulanze agevoleranno il ricovero in emergenza del paziente e anziché attendere la barella potranno prenderne subito una vuota.

CONTAGI GIÙ PER LA TERZA SETTIMANA CONSECUTIVA

Per la terza settimana consecutiva continua a scendere il numero dei contagi da Covid-19 in Sicilia, -13.79% rispetto a sette giorni fa. È questo il dato più rilevante tra quelli evidenziati nel nuovo Bollettino settimanale del Dasoe dell’assessorato alla Salute. Siracusa, Messina, Caltanissetta e Ragusa sono le province che hanno fatto registrare i numeri di contagio più alti. Con le fasce d’età più basse (3-5 e 6-10 anni) che restano quelle più a rischio. Intanto, una circolare del ministero della Salute annuncia che presto potrebbe essere distribuito il nuovo vaccino Nuvaxovid (Novavax), la cui fornitura è al momento in fase di programmazione.

IL SENSO DELLA CULTURA DEL PRINCIPE BRANCIFORTE CELEBRAZIONI A MILITELLO PER I 400 ANNI DALLA MORTE

Il principe Francesco Branciforte è stato più di un benefattore per Militello Val di Catania, la cittadina culla del barocco siciliano e patrimonio Unesco dal 2002. Come ha sottolineato il presidente Musumeci «non c’è chiesa o convento che non sia riconducibile al Branciforte, che non sia stato costruito con il denaro del principe».  Il governo regionale ha organizzato le celebrazioni per il IV centenario della sua morte, in collaborazione con i Comuni siciliani brancifortiani (Butera, Mazzarino, Pietraperzia e Barrafranca).

LAMPEDUSA, NELL’EX BASE MILITARE LORAN SORGERÀ UN CENTRO STUDI INTERNAZIONALE PER LA PACE

 L’ex base militare diventerà un centro studi sulle migrazioni e sulla pace. È questo il destino della “Loran” di Lampedusa. Il progetto, che il Comune vuole affidare all’architetto Stefano Boeri, coinvolge anche la Regione Siciliana, il ministero della Cultura e il ministero della Difesa. Per il presidente Musumeci è «un’idea di grandissima valenza, non solo simbolica ma soprattutto strategica, che il governo regionale ha accolto sin da subito con entusiasmo».

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ViviCentro TV


Ti potrebbe interessare

Vivi Radio

Ultime Notizie

- Pubblicità -
Cambia Impostazioni della Privacy