Una settimana intensa quella della Polfer Sicilia tra il 20 e 26 dicembre scorso che ha visto impiegare 293 pattuglie
Una settimana intensa quella della Polfer Sicilia tra il 20 e 26 dicembre scorso che ha visto impiegare 293 pattuglie

Impiegate 293 pattuglie, 2.849 persone controllate, 26 treni presidiati, 7 veicoli ispezionati

Una settimana intensa quella della Polfer Sicilia tra il 20 e 26 dicembre scorso che ha visto impiegare 293 pattuglie nei servizi di vigilanza in stazione e a bordo dei treni siciliani

Il bilancio delle principali attività di controllo, nella settimana dal 20 al 26 dicembre scorso, della Polizia Ferroviaria in tutta la Sicilia è di 2.849 persone controllate, 26 treni presidiati, 7 veicoli ispezionati e 293 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria.

In tutta la regione la Polfer ha rafforzato i dispositivi di controllo a bordo dei treni regionali e a lunga percorrenza, in ragione dell’aumento del flusso viaggiatori che, generalmente, si verifica durante le festività natalizie, tenuto anche conto della normativa vigente in relazione alle verifiche del possesso del “green pass rafforzato” da parte dei passeggeri.

Diversi sono stati i bagagli e i documenti che gli agenti della Polfer hanno riconsegnato a distratti viaggiatori in tutta la regione.

A Palermo: è stato riconsegnato al legittimo proprietario, un portafoglio, ritrovato nei pressi della stazione, contenente documenti personali; nonché alcune valigie che due viaggiatrici provenienti da Roma avevano dimenticato a bordo del treno una volta arrivate a Palermo. Gli agenti hanno immediatamente contattato il personale ferroviario ed è stato così possibile recuperare le valigie che erano ancora a bordo del treno, ricondotto nel deposito delle locomotive.

Grazie all’attività della sala operativa della Polfer e dagli agenti del posto Polfer di Siracusa, un giovane viaggiatore ha potuto recuperare le proprie valigie rimaste a bordo di un treno. L’uomo è infatti sceso alla stazione di Siracusa per obliterare il biglietto ma nel frattempo il treno è ripartito così ha continuato il viaggio a bordo di un autobus e, giunto alla stazione di Ragusa, ha potuto recuperare i propri bagagli.

Adduso Sebastiano

(le altre informazioni regionali le trovi anche su Vivicentro – Redazione Sicilia)

CAMBIA GDPR