Depuratore Scafati 3
Depuratore Scafati 3

Scafati, ecco il bando per l’efficientamento del depuratore

GLI INTERVENTI CONSENTIRANNO LA GESTIONE DI MAGGIORI QUANTITÀ DI REFLUI

Prosegue l’impegno di Gori per il potenziamento del servizio di depurazione, tra cui ci sono opere per l’efficientamento dell’impianto di Scafati, e opere in corso per il completamento delle reti fognarie in altri numerosi comuni gestiti.

È stato pubblicato, infatti, il bando di gara per i lavori di adeguamento del depuratore di Scafati, finanziati dalla Regione Campania per un importo complessivo di 400.000,00 euro. Le opere, di cui Gori è soggetto attuatore, attraverso la sostituzione di alcune apparecchiature oramai obsolete, consentiranno di potenziare le capacità idrauliche del ciclo depurativo.

Il progetto, infatti, prevede importanti interventi di adeguamento dell’impianto, finalizzati alla gestione di un maggior carico di reflui provenienti dal completamento del sistema dei collettori comprensoriali e dalle aziende conserviere. “Il nostro obiettivo è quello di migliorare sempre più il servizio attraverso il completamento delle reti fognarie e l’efficientamento degli impianti, sui quali stiamo intervenendo anche in considerazione della maggiore quantità di acque reflue che porteremo a depurazione una volta ultimati alcuni interventi strategici chiarisce l’Amministratore Delegato di Gori, Vittorio Cuciniello – “Le numerose azioni che stiamo portando avanti, dando massima rilevanza alle esigenze della comunità e interloquendo costantemente con le amministrazioni comunali, hanno come obiettivo prioritario la salvaguardia dell’ambiente e il miglioramento della qualità di vita dei cittadini”.

Anche questi interventi fanno parte del Protocollo d’Intesa siglato ad agosto 2020 con Regione Campania ed Ente Idrico Campano per il risanamento del bacino idrografico del fiume Sarno: un impegno congiunto, volto al superamento dell’emergenza ambientale in cui versa il corso d’acqua, e scandito dalle numerose opere che Gori sta realizzando e che, entro il 2025, consentiranno di eliminare 78 scarichi in ambiente, allacciando alla rete fognaria più di 70.000 abitanti e portando a depurazione i reflui di oltre 350.000 abitanti.

Ascolta la WebRadio