Quantcast

Banner Gori
CGIL CISL e UIL sentinelle del Lavoro
LoPiano-SaintRed Opinioni

CGIL CISL e UIL: sentinelle del Lavoro? (Mauro Lo Piano – Saintred)

CGIL CISL e UIL rappresentano le tre più importanti Confederazioni sindacali operanti nel nostro Paese. Alla pari delle sentinelle, dovrebbero vigilare sui loro iscritti, salvaguardandone vita e lavoro.

CGIL CISL e UIL: sentinelle del Lavoro? (Mauro Lo Piano – Saintred)

Per il 2020, il nuovo slogan adottato da Anna Maria Furlan ( Cisl), Maurizio Landini ( CGIL) e Carmelo Barbagallo (UIL), è stato : La sicurezza sul Lavoro, lo hanno definito “La leva fondamentale per restituire una prospettiva credibile al futuro del nostro Paese”.

Il concetto non fa una grinza, solo che le premesse, i buoni propositi, le finalità non sempre si trasformano in realtà.

Lavoro :

In Italia sono anni che il Lavoro è una chimera per migliaia di giovani e persone che per svariati motivi lo hanno perso. Domani lo sarà ancora di più, vista la crisi mondiale che si è creata con il Coronavirus.

I concorsi pubblici negli ultimi decenni sono ridotti al lumicino, per non dire quasi estinti. Le piccole, grandi e medie imprese, strangolate da una pressione fiscale troppo alta, in molti casi sono state costrette a licenziare, altre a chiudere i battenti per sempre.

Questa triste realtà è sotto gli occhi di tutti, se il nostro sguardo si proietterà sul futuro, nessuno, oggi è in grado di rispondere a questa domanda.

Torniamo ai sindacati :

In questi ultimi anni, che ruolo hanno avuto? Sono stati sempre presenti, attenti? solleciti sul da farsi? E’ una domanda che molti iscritti già si pongono.

Lavoro e morti bianche :

Collegate al lavoro vi sono le morti bianche, annualmente avvengono in Italia più di mille incidenti mortali, per non parlare delle decine di migliaia di feriti più o meno gravi, che fanno da cornice a queste tragedie.

I numeri :

Nel 2018 i morti sono stati 1133 quasi cento al mese, stessa cosa dicasi nel 2019. Per il 2020 sembra che non ci si discosti da questi impressionanti drammi.

Dai dati, si evince che sul lavoro ancora manca la sicurezza, a chi dare la colpa? all’imperizia alla distrazione di chi opera, oppure di chi dovrebbe vigilare che vengano messe in atto normative più rigide? In entrambi i casi, il problema continua ad essere reale.

Dalla politica, dagli stessi sindacalisti, dopo ogni tragedia, vengono fuori frasi di repertorio, come quelle che vengono espresse in tanti altri casi di morti violente.

“Questo non è accettabile”, poi tutto ricomincia, ognuno riprende la propria vita, il proprio ruolo istituzionale, come se non fosse successo nulla.

Quanto più i Sindacati si distanziano dai problemi reali delle persone, tanto più diventano assenti sui loro bisogni.

Le politiche sociali adottate da Landini, Camusso e Barbagallo, spesso non sono andate nella stessa direzione, le loro opinioni discordanti, sembrano essere la fotocopia di quelle governative.

Andiamo all’aspetto economico :

Gli stipendi che percepiscono i sindacalisti non vengono dalle casse dello Stato, ma dall’1% sulle quote associative.

A questi bisogna aggiungere tutte le spese annesse e connesse ai loro trasferimenti, vitto e alloggio compresi.

Entriamo in qualche dettaglio :

In una intervista televisiva è stato domandato alla Camusso quanto percepisse di stipendio, la sua risposta è stata riluttante ed evasiva, si è espressa in questi termini : “Se gli altri miei due colleghi risponderanno alla domanda, si riferiva a Landini e Barbagallo, lo dirò”.

Una risposta che avrebbe dovuto essere più che chiara, ma è stata evasiva, come se avesse voluto fare il gioco delle tre carte, certamente sarebbe stato meglio non rispondere.

Visto che siamo in ballo.. balliamo :

Per quanto riguarda il pensionamento dei Sindacalisti, non tutti sono a conoscenza della Legge 564 del 1996.
In base alla quale i sindacalisti hanno diritto ad una contribuzione aggiuntiva che viene calcolata sull’ultima retribuzione e non sui contributi versati.

Per non tirarla per le lunghe, consente ai sindacalisti di portarsi a casa una pensione maggiorata del 30%.

Per la transitiva, a stipendi alti, corrisponderebbero pensioni altrettanto elevate.

Tito Boeri, ex Presidente dell’Inps, aveva aperto questa “pagina pensionistica”, ma come spesso accade, Ubi maior, minor cessat.

Lo Piano SaintRed

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Redazione

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat