SSC Napoli - rassegna stampa

Sacchi: “Il Napoli di Sarri è uno spettacolo, ma la Juve è un’altra cosa”

Lo riporta lastampa.it

Il punto di partenza di Arrigo Sacchi è il pensiero di una vita: il calcio è un gioco dove il singolo deve armonizzarsi al resto del gruppo per scrivere il copione più bello.

È per questo che nella sua carriera non ha mai dato tanto peso al mercato di gennaio?  
“Per far sì che tutti recitino lo stesso spartito ci vuole tempo. A gennaio difficilmente trovi il giocatore che sappia inserirsi subito e, ai giovani, occorre dare proprio quel tempo necessario per ambientarsi…”

Gli equilibri del campionato, quindi, sono destinati a restare gli stessi di fine anno?  
“Il Napoli di Sarri è uno spettacolo, la Roma prova sempre a mettere in mostra un calcio propositivo, ma la Juve è un’altra cosa”.

Dentro confine o anche in Europa?  
“La società bianconera ha quella superiorità morale, di regole e stile che, in Italia, non vedo. E se il confronto si allarga, oggi la Juve è fra i primi due o tre club al mondo per organizzazione e visione del futuro”.

Quante possibilità hanno i ragazzi di Allegri di imporsi in Champions League?  
“Sono convinto che questo possa essere l’anno buono: le altre grandi faticano, basta guardare come il Real Madrid ha vinto il Mondiale per club in Giappone. E se in Premier in testa ci sono due squadre, Chelsea e Liverpool, che non fanno la Champions…”

La Juve al passo delle corazzate europee…  
“La Juve ha tutto per vincere: il tecnico, i giocatori, e come detto, la società. Deve credere più in se stessa…”

Tradotto?  
“Negli ultimi quarant’anni la Champions è andata nelle mani di chi ha vinto dominando, tranne due o tre eccezioni. E per dominare intendo quella maniera di scendere in campo che ti permette di impossessarti dell’inerzia della gara: ecco che cosa intendo quando dico creder di più in se stessa”.

Un peccato che attraversa tutto il nostro calcio…  
“Da noi si ragiona così: ti ho fatto gol, adesso ti aspetto. Ma segnare non è un reato, io non ho mai visto un pugile non approfittare delle difficoltà dell’avversario sul ring”.

Un peccato senza via d’uscita?  

“No, qualcosa si sta muovendo. Passi significativi: guardate come il Napoli, la Roma, il Milan, la Fiorentina, ma anche realtà minori come l’Empoli o il Sassuolo vanno ad affrontare le partite di campionato. Vedo più coraggio”.

In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale