SSC Napoli - rassegna stampa

Palazzo Caracciolo, il proprietario: “Il Real ha scelto un albergo ‘unico’”

Le sue parole

«Palazzo Caracciolo nel 1.500 era una fortezza. E ancora oggi ha un’aria inespugnabile che deve essere piaciuta a chi ha fatto i sopralluoghi per conto del Real Madrid». Costanzo Jannotti Pecci è l’amministratore unico di Palazzo Caracciolo, l’albergo che ospiterà i Merengues, e ha parlato al Corriere del Mezzogiorno.

Perché hanno scelto proprio questa sistemazione? “È un albergo unico, in una zona magica che forse ha fatto colpo sugli osservatori stranieri. Gli alberghi in gara, nel girone di andata, erano sei. Ai quarti siamo rimasti in tre. Noi abbiamo vinto la finale”.

Come ha conquistato i Blancos? “A nostro favore hanno giocato le condizioni organizzative interne dell’albergo, veramente straordinarie. Il Real ha preso tutto l’albergo, centocinquanta camere, e potrà contare su servizi di altissimo livello in una fortezza, cosa non scontata. Hanno verificato la tenuta del segnale wi-fi ovunque e si sono compiaciuti del fatto che abbiamo un impianto molto moderno, frutto di un investimento importante che abbiamo fatto alcuni mesi fa. Il punto debole delle strutture con le mura spesse è proprio la mancanza della rete. Poi certo c’è stata la capacità dei miei collaboratori a trattare con queste persone. Abbiamo nel nostro staff un esperto in questo settore ed è chiaro che questo lavoro è fatto di contatti e relazioni. Il Real si è mosso in manera autonoma, con visite e sopralluoghi, e il general manager è stato fondamentale”.

Palazzo Caracciolo è in una zona suggestiva, ma critica. “Noi siamo punto di sosta del City Sightseeing, via Carbonara è una strada molto ampia e — se vengono fatti rispettare i divieti di sosta — non c’è alcun problema. Di qui si arriva a Porta Capuana, via Foria, via Colletta: tutte strade larghe. Tutti gli alberghi napoletani hanno il traffico fuori dall’uscio, solo sul Lungomare il problema non esiste. Io abito a via Orazio e le squadre di calcio ospitate all’hotel Paradiso per muoversi hanno comunque bisogno delle forze dell’ordine”.

Quali altre squadre avete ospitato? “Fiorentina, Lazio, Verona, Chievo Verona…”

Cosa troveranno gli ospiti spagnoli in camera? “Volumi su Napoli e poi stiamo pensando a qualcosa di tipico che non scada nel folk. Dai pomodori del piennolo agli oggetti di artigianato abbiamo una scelta ampia: ma non vogliamo essere banali”.

In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale