SSC Napoli - primo piano

Sarri: “Torino? Sfida insidiosa. Giocare contro il Real Madrid sarà un piacere ma ora ci pensiamo poco”

Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani pomeriggio contro il Torino.

 
Un bilancio di questo 2016? “Abbiamo fatto il secondo posto in campionato, record nel girone d’Europa League dove siamo usciti in modo un pò rocambolesco. Siamo agli ottavi di Champions, quindi direi che il bilancio è positivo”.
Sul Torino – “Hanno un grande allenatore che in pochi messi è riuscito a trasmettere moltissimo. Sono pericolosissimi in fase offensiva e fino ad ora hanno messo in difficoltà tutti gli avversari”.
Sul Real Madrid –Al ds dell’Empoli ho promesso che avrei fatto la Champions un giorno, quindi è andata a buon fine. Giocare contro il Real sarà un piacere, avremo tempo di pensarci in futuro. Sarà bello per tutti potersela giocare al Bernabeu ma l’ avversario è quasi proibitivo. Ma ripeto non ci pensiamo tanto, anche nello spogliatoio ne abbiamo parlato per 10 secondi”.
Per chi tiferà tra Juventus-Roma? “Non mi interessa per nulla, non credo neanche di vederla. Penso ala nostra sfida e stasera ci rilasseremo a cena”.
Sul 5-0 al Cagliari – “Ho rivisto la partita e basta. È andata bene ma in fase di palleggio abbiamo giocato meglio col Sassuolo “.
Campionato riaperto? “Dobbiamo pensare al nostro di campionato: la sensazione è che stiamo crescendo e dobbiamo continuare su questo percorso intrapreso .I calcoli sulle altre squadre lasciano il tempo che trovano. Pensiamo a crescere sotto l’ aspetto mentale, la continuità sarà una conseguenza”.
Chi tra Chiriches e Maksimovic sostituirà Koulibaly? “Non l’ ho deciso, anche se lo avessi fatto non te lo direi. Il primo è più avanti tatticamente, il secondo ha enormi potenzialità e sarà fondamentale per il futuro. Vediamo domani e giovedì come si alterneranno”.
Si aspetta lo stesso atteggiamento avuto dal Torino contro la Juve?“Cercano sempre di giocare, avranno lo stesso atteggiamento con noi. Non dobbiamo concedergli troppo il pallino del gioco perché negli ultimi 20 metri sono molto pericolosi”.
Su Gabbiadini – “Ho fatto per lui quello che ho fatto per altri giocatori. Ha un potenziale eccezionale, il mio augurio è che possa sempre farlo esplodere. Dal canto mio ci metterò sempre il massimo, il resto deve farlo lui”.
Sul Turnover – “Siamo in una fase della stagione in cui la stanchezza non si è ancora accumulata. Speriamo di arrivare a marzo-aprile con grande brillantezza è chiaro che ruotando maggiormente questa possibilità aumenta”.
Sul tridente leggero – “Sono cresciuti molto sotto l’ aspetto fisico e mentale. Insigne e Mertens sono tornati ai propri livelli, Callejon è stato il più costante “.
Il Napoli non ha avuto un rigore a favore – “Uno ci era stato concesso ma è stato subito tolto. E’ un numero strano, speriamo possa riequilibrarsi durante la stagione. E’ successo in parte anche l’ anno scorso dive abbiamo ricevuto pochi rigori a favore nella prima parte”.
Sulle critiche ricevute – “Sinceramente non me ne importa un ca… Sono solo relazionate ai risultati, poi dipende da chi e come vengono fatte”.

Su Pavoletti – “E’ un giocatore del Genoa, non ho mai parlato di altri giocatori quando il mercato è aperto figuriamoci ora che è chiuso”.

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale