SSC Napoli - primo piano

Benfica-Napoli, Sarri: “Meritiamo di vincere il girone. Gabbiadini o Mertens? Non ci ho ancora pensato”

Benfica-Napoli, Sarri: “Meritiamo di vincere il girone. Gabbiadini o Mertens? Non ci ho ancora pensato”

Alla vigilia di Benfica-Napoli, Maurizio Sarri, ai microfoni della stampa, ha dichiarato: “Abbiamo commesso degli errori, ma siamo qui perché ci hanno dato un gol in fuorigioco contro, altrimenti la gara di domani non avrebbe senso. Non ci pensiamo, anche se su una palla ferma era una chiamata semplice. Nelle altre gare abbiamo sempre fatto prove di discreto livello, col Besiktas invece abbiamo concesso qualcosa di troppo ma il risultato poteva essere diversa. Inutile pensare ad un fuorigioco, conta la gara di domani. Gabbiadini o Mertens? Non lo so neanche io in questo momento, vediamo come stanno. Mi sembra una partita in cui vedo la necessità di avere un giocatore in grado di cambiare l’inerzia dalla panchina. Uno forte andrà sicuramente in panchina perché sarà determinante una accelerata. Sarà una partita diversissima da quella dell’andata: sarà difficile. È una finale. Sappiamo che giocheremo in uno stadio caldissimo: ma noi vogliamo qualificarci. Lo meritiamo. Giocare per il pareggio non fa per noi. Il nostro obiettivo è vincere il girone. Sarà una partita fondamentale. Ma in futuro voglio giocarne altre ancora più importanti. Albiol? Per noi è sempre stato un giocatore importante. Nessuno ha mai pianto, ma ci sono successe 2-3 cose pesanti, fa parte del gioco, ma l’infortunio di Albiol mentre era fuori Chiriches ed anche Tonelli e Maksimovic era arrivato da tre giorni. Un handicap non da poco. La gara può cambiare violentemente nella fase finale, è palese, nei primi 60′-70′ si giocherà con equilibrio, tecnica, poi nel finale per forza di cose una delle due dovrà prendersi rischi enormi e portarla su aspetti meno tattici. Insigne? L’anno scorso ha fatto per la prima volta 12 gol, andando in doppia cifra quindi, quest’anno ha iniziato senza segnare come ci aveva abituato, ma è un periodo normale che capita. Ho bisogno anche di uno che fa la differenza dalla panchina, se mi dici che è così forte può darsi porti lui, poi glielo spieghi tu (ride, ndr). Mertens può fare il centrale ma anche l’attaccante esterno, qundi potrebbe restare fuori anche un altro compagno. Vediamo domani, in ogni caso un giocatore forte in panchina lo avremo. Le squadre più tecniche del girone? Sicuramente noi ed il Benfica, poi il Besiktas ha avuto il merito di restare sempre attaccato a partite che sembrano messe malissimo. L’andata? Non ci soffermiamo su quello che facciamo bene, abbiamo rivisto cose fatte meno bene, altrimenti si crea un clima di troppa soddisfazione. Abbiamo rivisto cosa abbiamo concesso e perché col Sassuolo abbiamo dominato senza vincere”. 

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale