Juve Stabia - Primo Piano Giovanili

Turi al Pungiglione: “Contento dei ragazzi, un plauso ai genitori per il loro modo di comportarsi”

In esclusiva le dichiarazioni di Alberico Turi

Nel corso della trasmissione di ViViRadioWeb, Il Pungiglione Stabiese, abbiamo ascoltato il Direttore Responsabile del settore giovanile della Juve Stabia, Alberico Turi.

Partiamo dagli Under 15 e 17 che dovevano recuperare la gara non giocata a Teramo per i fatti del terremoto. Entrambe le formazioni vincono per 1-0. Gli Under 15 fanno un passo importante verso il primo posto, gli Under 17 riescono a riagganciare il terzo posto e mettere nel mirino il Monopoli a soli due punti: Certo una domenica importante per quanto riguarda questo recupero perché ci ha messo nelle condizioni tali per gli Under 15 di allungare a +4 dalla seconda mentre invece con l’Under 17 abbiamo agganciato la zona play-off e poi bisogna tener presente che il Monopoli ha due punti in più in classifica e dovrà farci visita a Castellammare. Quindi tutto sommato un recupero col Teramo molto importante, risultati che ci proiettano certamente in prospettiva futura nella migliore posizione possibile.

Per quanto riguarda la gara degli Under 17, diciamo che non è stata una gara semplice però alla fine è stato bello vedere un Pistola che dagli Allievi Regionali fa il suo esordio con l’Under 17 e va vicino al gol, vedere il capitano Diomaiuta che salva sulla linea,  segnale di concentrazione da parte del calciatore e soprattutto un Masi che entra e decide la partita. Ecco questa è una squadra viva che ha anche degli uomini in panchina pronti a cambiare il match e che può prendere risorse dagli allievi regionali: Pistola è una punta che quest’anno sta facendo passi da gigante. Lo diciamo sempre, lui partecipa al campionato regionale da sotto età e come tutti i suoi compagni di squadra è stato chiamato per questa trasferta di Teramo e ha risposto presente. Pur entrando negli ultimi 10 minuti, ha dato profondità alla squadra. Il gol di Masi corona una situazione di gioco nella quale ha partecipato tutta la squadra. Per quanto riguarda Diomaiuta, il ragazzo viene da una prestazione opaca, portava forse qualche piccola colpa contro il Fondi. Ha avuto qualche momento di imbarazzo ad inizio partita dopodiché si è ripreso alla grande e ha concluso egregiamente la sua partita. Noi sappiamo il valore di questi ragazzi e siamo sicuri che completeranno la loro maturazione.

Andando poi ad analizzare altri risultati, la Juve Stabia Allievi Regionali vince contro il Vesevo per 3-0 e guarda caso con un Pistola che gioca prima contro gli Under 17 e poi realizza una doppietta portandosi a 24 gol. Da segnalare anche il gol importante del difensore Daniele che ha già esordito con la Berretti: Dario è rientrato in serata, ma abbiamo pensato di non fargli perdere il ritmo gara e di concedergli anche un tempo con i regionali, in modo tale da restare in condizione per non farlo fermare 15 giorni. Per quanto riguarda Daniele, è un ragazzo che è stato premiato facendolo giocare con la Berretti, è un ragazzo del 2001 che ha una fisicità impressionante. Gioca tranquillamente in tutte e due le categorie.

Tutte le formazioni hanno ottenuto punti: Ormai non fa più notizia, per noi addetti ai lavori sembra falsa modestia. Penso che questi ragazzi dal primo all’ultimo, dai 2006 ai 98 sono eccezionali e ci stanno dando grandi soddisfazioni, non mi meravigliano i risultati anche perché poi alla base di tutto, i risultati ci premiano ed è anche bello vedere i ragazzini 2004-2005 che riescono a portare avanti un discorso di gioco manovrato con 6/7 passaggi di fila o verticalizzare da centrocampo su una punta in un modo alquanto spettacolare, ciò mi riempie di orgoglio e fa sì che ti riappacifichi con il calcio. Non è il risultato l’essenza vitale del gioco, ma è il gioco che conta.

Invece per quanto riguarda l’attività di base, è bello vedere i 2004-2005 giocare anche se sotto età. Minasi, ancora in gol: Come dicevo qualche settimana fa, non c’è solo Minasi ma c’è anche Improta, e tanti altri ragazzi veramente interessanti che giocano bene: è ciò che si deve fare alla loro età del calcio e quindi siamo più che soddisfatti del loro modo di giocare.

Chiudiamo poi la disamina di questo fine settimana con i i 2005 che riescono a vincere 4 a 0 fuori casa contro il San Giugliano: Non vorrei essere ripetitivo, è il leitmotiv di questi ragazzi. Siamo contenti di tutto quello che stiamo facendo, un grosso ringraziamento va ai genitori di questi ragazzi, siamo stati bravi a mentalizzare anche loro perché vedi che il gruppo dei genitori non si permette di rientrare minimamente nelle questioni tecniche e nessuno di loro funge da allenatore o ci dà ‘fastidio’ come si usa sugli spalti di molti campi minori. Su questo punto di vista veramente abbiamo fatto passi da giganti e tutti possono essere presi a modello. Penso che la crescita dei ragazzi e dei settori dovrebbe avvenire attraverso queste cose. Abbiamo un dialogo quotidiano con i genitori e facciamo capire loro che i propri figli possono fare gruppo e soprattutto tenerli lontano da tentazioni. Sono persone che fanno parte di un progetto che ha che fare con realtà di diverse di città campane: tutti quanti insieme si sono amalgamati e stanno diventando una sola famiglia. Non è retorica, lo si può vedere dall’incitamento che danno a tutto il collettivo.

In chiusura ci puoi dare una rosa di tre nomi che secondo te da qui a tre anni potremmo vedere anche in categorie Senior: Spero che a breve ci siano altri Luigi Carillo, Mennella e Polverino. Adesso non mi va di fare nomi perché qualsiasi nome che vado a fare andrebbe a togliere qualcosa a qualche altro ragazzo. Posso dire solo che ci sono veramente dei ragazzi validi: per la mia esperienza, sono convinto che possano dare degli ottimi risultati, sempre ovviamente se non deviano su altre strade e distrazioni, sicuramente ne sentiremo parlare di diversi ragazzi. Voglio aggiungere che incontrerò Bruno Conti per uno scambio di idee (incontro avvenuto nella giornata di ieri, CLICCA QUI). Mi onoro di essere suo amico, penso che sarà un giorno importante.

RIPRODUZIONE RISERVATA

I nostri sponsor:

 







In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale