Juve Stabia - Approfondimenti

Juve Stabia, con la Paganese attenta a due vecchi amici..

Maiorano e Dicuonzo

La Juve Stabia nel derby di Pagani sarà chiamata, contemporaneamente, alla conferma ed al riscatto delle gare contro il Foggia. Conferma del pirotecnico 4 – 1 con cui le Vespe hanno liquidato i pugliesi al Menti nell’ultima gara di campionato, e riscatto dalla sconfitta con lo stesso tabellino subita mercoledì in Coppa Italia ad opera degli stessi Satanelli.
I derby da sempre sono partite a sé, che sfuggono dai normali pronostici e dalle classiche variabili che precedono una partita. A rendere ancor più interessante la gara tra Paganese e Juve Stabia sarà la presenza tra le fila dei padroni di casa di due ex gialloblù: Stefano Maiorano e Stefano Dicuonzo.
Entrambi i calciatori hanno un passato più o meno recente tra le Vespe e si preparano ad affrontare la loro ex squadra.

Stefano Maiorano è arrivato alla Juve Stabia nel gennaio 2015 proveniente dal Catanzaro. Il colpo di mercato fu di quelli importanti, con il quale il D.S. gialloblù Logiudice decise di puntellare il centrocampo a disposizione di Pancaro. I primi sei mesi del centrocampista alla Juve Stabia furono decisamente positivi, con Maiorano bravo a fare le veci sia di La Camera che di Jidayi. Neo della prima stagione alle Vespe di Maiorano fu però la gomitata rifilata dal mediano ad un avversario nell’ultima gara di campionato a Benevento. Il gesto folle costò a Maiorano il rosso, con conseguente esclusione dalla gara dei play off a Bassano, e facilitò il pareggio dei sanniti. Proprio il pareggio del Benevento portò la Juve Stabia al piazzamento peggiore in chiave play off. La seconda stagione in gialloblù di Maiorano, la scorsa, è stata segnata da innumerevoli infortuni che ne hanno compromesso l’utilizzo e l’efficacia. Non a caso in un anno e mezzo sono solo 22 le presenze fatte registrare dal centrocampista con la Juve Stabia.

Discorso diverso per Stefano Dicuonzo. Il terzino classe 1985 è stato tra i protagonisti della Juve Stabia di Braglia, vincente nella Lega Pro 2010-11 ed ottima nei successivi due anni di Serie B. Dicuonzo era uno dei titolarissimi di Braglia, che non rinunciava mai al suo duttile laterale, schierandolo sia sulla fascia destra che sull’out mancino. Dopo il suo addio, Dicuonzo è stato spesso accostato ad un ritorno alla Juve Stabia e proprio la scorsa estate ha trascorso alcuni giorni a Castellammare, alimentando la suggestione di rivederlo con la casacca delle Vespe. Per lui in tre stagioni addirittura 98 presenze con la maglia della Juve Stabia.
Domenica dunque le Vespe incontreranno due “Stefano” che hanno lottato con la maglia gialloblù, c’è da sperare però che la gara sfugga alla regola fin troppo famosa del gol dell’ex!

Raffaele Izzo

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale