juvestabia - editoriale

EDITORIALE – Juve Stabia, a casa del Bomber..pensando ad un Bomber

Juve Stabia ritiro 2017-2018

La stagione della Juve Stabia comincia finalmente a prendere forma. Domenica le Vespe sono partite alla volta di Fiuggi, guidate dal duo Caserta – Ferrara. La città laziale sarà il quartier generale della truppa gialloblù nelle settimane che saranno dedicate alla preparazione atletica e tecnica.

Fiuggi e la Juve Stabia già hanno incrociato in passato le rispettive strade, con risultati tutto sommato positivi. Uno dei principali numeri 9 della recente storia della Juve Stabia è nato proprio a Fiuggi: stiamo parlando di Alessandro Ambrosi. Fisico da granatiere, spalle larghe, capelli lunghissimi per il centravanti laziale, che ha vestito la maglia della Juve Stabia nelle stagioni 2004/05 e 2005/06. Ambrosi è stato il Bomber della Juve Stabia a cavallo tra Serie C2 e Serie C1 che, in coppia con un giovanissimo Castaldo, faceva sfracelli nelle aree di rigore avversarie. 21 reti, in anno e mezzo a Castellammare, per Ambrosi.

Tanto senso del gol per il numero 9 di quegli anni, classico centravanti d’area di rigore che attendeva il pallone giusto per poi colpire. I tifosi stabiesi più attenti ricorderanno, inoltre, una delle peculiarità di Ambrosi: la precisione dal dischetto. La punta aveva un modo tutto suo di calciare i rigori, avvicinandosi a piccoli passi al pallone e quasi fermando la rincorsa, mettendo in scena una “danza” che puntualmente ipnotizzava il portiere avversario. Un modo di tirare dagli 11 metri che oggi, con tutta probabilità, sarebbe considerato irregolare da molti direttori di gara.

Il ricordo di Ambrosi irrompe nell’estate gialloblù alla luce di un organico da riformare completamente. Tanti saranno gli addii, più e meno rimpianti, e tante dovranno essere le entrate per la nuova Juve Stabia. Con una difesa ed un centrocampo quotidianamente puntellati dalla dirigenza gialloblù, inevitabilmente la fantasia dei tifosi è proiettata su quello che sarà il nuovo Bomber, il nuovo numero 9 in grado di far spiccare il volo alle Vespe con i suoi gol. Sono arrivati tanti giovani fantasisti ed esterni (Berardi, Strefezza, Costantini), ma la casella di centravanti resta ancora da riempire.

La necessità di raggiungere un 9 di qualità è resa ancor più forte della dinamiche che hanno contraddistinto il reparto offensivo della Juve Stabia negli ultimi mesi. I pezzi da 90 presi a gennaio per fare la differenza non hanno reso come ci si aspettava (per affidarci ad un eufemismo) e l’unico attaccante su cui si poteva contare ad occhi chiusi è ormai lontanissimo dalle Vespe. Ci riferiamo ovviamente a Ripa, intento a cercare una squadra dopo la scadenza del suo contratto con i gialloblù.

Proprio per questo ci vorrebbe un Bomber alla Ambrosi: di esperienza, affamato ed in grado di fare la differenza. Magari la preparazione a “casa” di un vecchio Bomber porterà fortuna nell’acquisto di quello che dovrà essere il suo erede.

Raffaele Izzo

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale