Juve Stabia - Berretti

Turi a Le Vespette: “Sta nascendo una collaborazione con la Virtus Junior Napoli: il settore giovanile è sempre più in crescita”

Queste le sue parole…

A ‘Le Vespette’, programma dedicato al settore giovanile della Juve Stabia in onda su Vivi Radio Web, è intervenuto il direttore Alderico Turi.

Martedì i 2005 saranno impegnati al Comunale di Casola contro la Virtus Junior Napoli…
“Negli ultimi tempi sta nascendo un certo tipo di collaborazione con la Virtus Junior Napoli, con Alfonso Scarica e Pasquale Matarrese. Loro più di una volta hanno spostato i propri impegni per consentirci di disputare nel loro campo partite dei campionati nazionali. In virtù di questo discorso sta nascendo qualcosa di serio riguardo le attività di base.

Come Juve Stabia siamo presenti sull’ intero territorio campano. Abbiamo ricevuto dalla Federazione il consenso di poter visionare ragazzi under 12 sia in ambito regionale che nazionale. Cosa che è riservata a poche società in Italia e tra queste ci siamo anche noi. È giusto che come punto di riferimento sul territorio, non avendo a Castellammare strutture a disposizione per poter fare questo tipo di programmazione, stiamo pensando a una collaborazione con la Virtus.
Come tutti sanno la nostra attività di base non è a scopo di lucro, ai nostri ragazzi offriamo tutto gratis. Nel nostro progetto c’ è la volontà di avere a disposizione  doppie squadre regionali. La Virtus Junior Napoli diventerebbe una nostra gemellata molto importante. Come Juve Stabia metteremo a disposizione diverse cose, parte dell’abbigliamento, per esempio. Avremo la possibilità di scegliere sul territorio ragazzi bravi da poter inserire in queste squadre minori  sotto la guida di Scarica e Matarrese. Come strutture e istruttori credo sia una delle società migliori presenti sul territorio. Vogliamo dare quel senso di appartenenza che andiamo professando da diverso tempo. Non quello che fanno alcune società che si avvalgono di cose che non hanno. Fare settore giovanile è ben diverso dal fare scuola calcio”.

Domani tutti al Menti, match importantissimo contro il Catania
“Sarà una partita molto importante. A livello di settore giovanile si dice che non si pensa al risultato ma parliamo di categorie alle soglie della prima squadra, c’ è un peso specifico maggiore. Domani spero avremo modo di vedere tanti tifosi allo stadio”.

Sugli Under 17 e gli Under 15…
“Per quanto riguarda i primi sappiamo che vi sono dei problemi ma è un periodo particolare per la loro crescita. Vengono da due gestioni diverse, bisogna dare sia a loro che allo staff il tempo di adattarsi. Stiamo pagando lo scotto di tutta una serie di infortuni occorsi a elementi che formano l’ossatura della squadra. Non demordiamo, abbiamo piena fiducia sia nei mezzi tecnici dei ragazzi sia degli allenatori.

Bisogna stare tranquilli, lo dicono anche le statistiche. Come settore giovanile ci troviamo al sesto posto su scala nazionale. È stata fatta una graduatoria relativa ai punteggi delle varie categorie ed essere sesti non è roba da poco. Tra l’ altro siamo il primo club in Campania, magari con un po’ di buona sorte in più e qualche arbitraggio diverso avremmo avuto qualche punticino in più. Non dico tanto ma con tre o quattro punti in più degli allievi saremmo sul podio. Questo a testimonianza del lavoro che viene svolto”.

Le strutture a disposizione per il settore giovanile sono davvero poche, lei aveva detto di voler trovare una casa per la Berretti.
“Ne parliamo continuamente insieme al presidente del settore. È un progetto di cinque anni a meno di disguidi, incrociamo le dita. C’è qualcuno che gufa dimenticando che qualche anno fa da direttore di altre società ha negato qualche ragazzino alla Juve Stabia ma non voglio fare nomi. Ne hanno dette di tutti i colori, che era facile fare settore giovanile solo perché eravamo in Serie B. Ma il sottoscritto è da dieci anni che si occupa di questo al di là che la categoria sia Serie B, Serie C2 o Serie C1. Nonostante la retrocessione siamo andati sempre più in alto mentre c’era chi proponeva alla società determinati personaggi che, come gli addetti ai lavori sanno, sono solo dei lestofanti. Da parte mia penso di aver creato delle sinergie con persone che meritano la stima di tutti. Si tratta di cose che dispiace sentire e vedere”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

I nostri sponsor:

 







 

In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale