Sud - terza pagina

A tutto tondo. Nunzia Zambardi in mostra a Forio

Tondo jpeg
L'Artista Nunzia Zambardi con le sue creazioni

Con Donna e Madonna, le sue fatiche più recenti, Nunzia ci concede la sua visione di un mondo tondo.

Ancora pochi giorni per conoscere in pubblico o riassaporare la gioia di rivederla, Nunzia Zambardi, l’artista del tondo, di quella circolarità che sprigionano i suoi quadri.

Tondo 2 Jpeg
Gonna e madonna Creazione di Nunzia Zambardi

La materia prende forme e vita grazie al’’abilità di un’eclettica e poliedrica artista che, riciclando oggetti e materiali di scarto, infonde alla materia stessa una nuova veste e funzione.

Convinta, anche grazie allo studio delle filosofie orientali, che ogni elemento della materia possegga un’energia che va liberata, Nunzia farà sempre dell’elemento materico il principale protagonista delle sue coloratissime opere.

Nella chiesa dell’ Arciconfraternita Santa Maria di Loreto, a Forio d’Ischia, in pieno centro, non può sfuggire, anche all’inattento passante il richiamo dell’Arte che i quadri di Nunzia donano. Il tema religioso preminente, anche perché l’ambito è confacente, sposa benissimo la teoria del tondo, da sempre radicata nella concezione filosofica di Nunzia.

L’artista Nuzzi, nasce a Casamicciola Terme d’Ischia e nel corso dei suoi studi universitari, come folgorata da un’improvvisa rivelazione, comincia a dare libero sfogo al suo inarrestabile istinto creativo. La sua ricerca interiore la condurrà prima a sperimentare i dipinti su stoffa, per poi inserire sulla tela i materiali più svariati, dai colori sintetici alle polveri di pietre laviche, dalla sabbia fino all’espanso e all’asfalto. La materia diventerà la regina nella creazione di forme e figure che riflettono i colori, i profumi, i sapori dell’isola in un ambiente di forte appartenenza.

Tondo Jpeg
Donna e Madonna Mostra di Nunzia Zambardi a Forio

Un vero e proprio percorso cromatico e introspettivo dove i tessuti, i colori, le tele e i materiali usati normalmente nell’edilizia prendono nuova forma e vita attraverso la manipolazione, e le mani diventano l’ideale prolungamento del mondo interiore. I nostri sensi sono rapiti e sottoposti a continue sollecitazioni in questo “viaggio” in cui l’opera d’arte diventa lo specchio dell’anima.

Osservando più da vicino i lavori di Nunzia ci si rende conto di quanta esperienza e passione mette a disposizione la pittrice casamicciolese, che nel suo bagaglio di partecipazione a personali e collettive appare tra le più prolifiche e geniali. Al suo attivo, infatti, ricordiamo, solo per citarne alcune, la mostra per le Frecce Tricolori alla Reggia di Ischia, all’Hotel Punta Molino, all’Hotel Terme Manzi, Al Capricho di Casamicciola, “Percorsi” al Torrione di Forio, alle Terme Comunali di Ischia ecc.

La ricerca della circolarità, del tondo, rende armonico il lavoro di Nunzia. Nella vita comune e in arte la disposizione a cerchio non è irrilevante. Non solo per il simbolismo espresso dal cerchio ma anche per l’originalità della composizione artistica espressa dalla Zambardi. Il cerchio nella religione primitiva simboleggiava l’infinito e l’eterno. Disponendosi in cerchio gli esseri umani si univano tra loro e s’immergevano nell’armonia diffusa sul creato dalle divinità celesti. Ancora oggi i riti pagani cominciano con la formazione del cerchio; al suo interno si celebrano i culti, e il culto della Madonna è intriso dell’antica venerazione di dee pagane. Nunzia riprende questo rito, lo fa proprio e ci regala emozioni da condividere a tutto tondo.

Tondo Jpeg
A tutto tondo. Nunzia Zambardi in mostra a Forio. Con Donna e Madonna, le sue fatiche più recenti, Nunzia ci concede la sua visione di un mondo tondo

Altre notizie sul sito : htpp://www.iltorrioneforio.it 

Luigi Castaldi

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale