Sud - politica

Castellammare riparte dalla cultura e dal suo patrimonio culturale.

Combi Castellammare
Castellammare : “Tavolo con la Soprintendenza per la gestione della Reggia . Facciamo conoscere la storia della nostra città per poi raccontarla all’esterno’’
Castellammare. La Reggia di Quisisana, gli Scavi , i reperti archeologici asset strategici per rilanciare il turismo e la cultura nella città di Castellammare.  “La nostra proposta culturale – commenta Maria Cristina Napolitano, a cui il candidato sindaco della coalizione #perCastellammare, Salvatore Vozza, ha affidato la delega alla cultura – si basa  su una programmazione a lungo termine  e anche molto impegnativa  che prevede un tavolo di discussione con la Soprintendenza per la gestione della Reggia di Quisisana, uno dei siti di maggiore interesse che deve essere contenitore di attività culturali e si  spera nel futuro Museo Archeologico di Stabia. I reperti, gli scavi – prosegue Maria Cristina Napolitano- sono altri asset su cui si basa il programma culturale che deve essere rivolto alla cittadinanza dai giovani ai meno giovani ai visitatori. Bisogna far conoscere la storia e promuovere la città sia all’interno con i cittadini, con le scuole, con i bambini,  per  poi poterla anche  raccontare  all’esterno. Lo scopo del miglioramento del servizio turistico che ovviamente si basa sul miglioramento di quella che è l’offerta culturale avrà come beneficio una ricaduta anche in termini economici  sull’indotto dell’economia e della città intera. Intanto domenica 29 maggio alle ore 10,00 i candidati della coalizione #perCastellammare si sono dati appuntamento a Palazzo del Fascio per sensiblizzare la città sullo stato dell’edificio che dovrà ospitare la Biblioteca Filangieri

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale