Sud - opinioni Sud - politica

STABIA – Quartieri Uniti: ”L’amministrazione non tutela i nostri quartieri”

Stabia - Quartieri uniti - Protesta per pattume
Quartieri Uniti: “Questa parte della periferia continua ad essere abbandonata. Il degrado è sotto gli occhi di tutti.” 
“L’amministrazione non tutela i nostri quartieri. Strade groviera e interventi di pulizia saltuari.”
“I nostri quartieri fanno parte del Comune di Castellammare di Stabia e pretendiamo che siano considerati alla pari di tutte le altre zone della città. Data la realtà dei fatti possiamo solo constatare, invece, che facciamo parte di una periferia abbandonata a se stessa.”
È questa la denuncia del comitato Quartieri Uniti, in rappresentanza dei quartieri di Ponte Persica, Schito e Fondo d’Orto.
“Certamente dobbiamo prendere atto degli interventi e dei miglioramenti verificatisi nelle scorse settimane, ma è opportuno chiarire che, soltanto a seguito delle denunce e segnalazioni partite dal nostro Comitato, l’Amministrazione comunale si è ricordata dell’esistenza dei nostri quartieri. È una situazione alquanto triste che genera altresì un malcontento tra i cittadini, considerando che di quell’Amministrazione fa parte anche chi, vivendo nei nostri quartieri, ha fatto tante promesse e sbandierato meriti durante la scorsa campagna elettorale. Oggi ai quartieri di Ponte Persica, Schito e Fondo d’Orto non rimane altro che strade asfaltate senza criteri nelle quali si aprono quotidianamente pericolosissime voragini e marciapiedi, che seppur di recente realizzazione, sono diventati quasi impercorribili. Per non parlare della pulizia delle strade, che viene fatta saltuariamente e con scarso interesse. In ultimo, è palese la totale assenza della polizia municipale, se non quando ne è richiesto l’intervento da parte dei cittadini, i quali, il più delle volte, ottengono risposte negative, dovendo il Corpo dare priorità ad altre zone della città.
Ormai si è toccato il fondo, ci sentiamo abbandonati dalle Istituzioni e lo stato di abbandono è quotidianamente tangibile dagli abitanti dei nostri quartieri. Intervengano al più presto i responsabili di questo scempio e provvedano a riportare dignità agli onesti cittadini che quotidianamente adempiono ai loro doveri, ma con l’unico risultato di ritrovarsi ancora una volta nelle stesse, storiche, degradanti condizioni.”

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale