terza pagina

La redazione di Vivicentro.it augura, ”Buon San Valentino” a tutti gli innamorati (VIDEO)

San Valentino Friarielli. What else

Auguri a tutti gli innamorati, con lo sfizioso video degli amici de “Il Terrone fuori sede” e, a seguire, alcuni brani del nostro direttore artistico Luciano Somma, non solo per la ricorrenza di San Valentino ma per tutti i giorni dell’anno, per sempre!

San Valentino Friarielli. What else?

Ultimo Piano Del Cielo

testo Luciano Somma Musica di Peter Ciani canta Flavia Stoica Ed. musicali italianan way music- Cusano milanino (milanino)

SAN VALENTINO

Tuffati nei miei sogni
Là dove
Vi è fragranza del pane
Ancora caldo
Il profumo del latte
Appena munto
Un cielo terso
Un volo d’aquiloni
Un mare calmo
Tra giochi di lampare
Tuffati nei miei sogni
Nelle onde d’un bene
Appena nato
Che lievita ogni istante
Carezze d’alba
In notti senza memoria
Di passeri impazziti
Tuffati nel mio calice d’immenso
Troverai un’ostia vergine
Sull’altare del mio amore
Sarà la nostra comunione
Vivere.

LUCIANO SOMMA

IL TUO SORRISO

Ovunque andrò
Qualsiasi cosa
Possa accadere
Lungo il corso
Della mia esistenza
Non potrò staccarmi
Dall’immagine nitida
Che ho nel mio cuore
Del tuo sorriso.
Non è possibile
Trovare un’altra
Che possa sorridermi
Come facevi tu.
In quelle ore fantastiche
Dove sogno e realtà
Formavano un connubio
Confidavamo i nostri desideri
Le nostre ansie, le nostre aspirazioni.
Tutto, tutto è legato a quei momenti.
Ogni attimo, ogni gesto,
ogni suono, ogni parola!
Ed è per questo
Che ovunque andrò
Ti vedrò accanto.

LUCIANO SOMMA

LUCIANO SOMMA

CORE MARENARO

Povero core mio, nu marenaro,
 
campa ‘int’all’acqua e nun è piscatore
 
cerca e nun trova ‘a luce ‘e na lampara
 
se sta cecanno ‘int’all’oscurità.
 
Vuleva ‘o ddoce ma ha truvato ‘o ffele
 
e tutto avesse dato pe’ n’ammore
 
sta vita na nemica assaje crudele
 
luntano ‘o puorto cu’’a serenità.
 
‘Ncopp’a chest’onne stenta ‘a varca a pprora
 
e ‘a sera lentamente s’avvicina
 
povero e scunzulato spera ancora
 
ca l’eco d’’e ssirene ‘o fa arrivà .
 
‘Mpruvvisamente ‘o cielo se fa scuro
 
nu lampo, po’ nu tuono, na tempesta!
 
senz’anema stu core comm’è annuro
 
ma sbatte forte, nun se vò fermà.
 
‘E rimme se so’ fatte cchiù pesante
 
‘a varca affonna e nun le pare overo
 
se vò salvà, ma nun ce stanno sante,
 
… e scunzulatamente se ne va… 
 
copyright-vivicentro

 

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale