L'Esperto

Iniziative delle questure per la Polizia di prossimità

Pescara, arresto cittadini rumeni

Nelle questure, da tempo, sono nate delle iniziative per essere più vicini alla gente, per conoscerne meglio le esigenze e insieme migliorare la qualità della vita. Sono questi i principali obiettivi della Polizia di prossimità. Una Polizia legata al territorio, in grado d’intervenire su numerosi problemi e aperta alla collaborazione con altre istituzioni. Rivediamone le principali:

Il poliziotto un amico in più
Il poliziotto diventa amico dei bambini. E’ un progetto elaborato dal Ministero dell’Interno, Dipartimento di Pubblica Sicurezza, in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione e il Comitato italiano per l’Unicef per diffondere una cultura della legalità e della solidarietà sociale.
L’iniziativa nasce per consentire ai poliziotti di imparare come stare vicino ai più piccoli. Per fare questo, dice il Capo della Polizia ” andranno a scuola da loro e ne parleranno insieme per conoscere le loro esigenze”. Sono previste anche visite guidate dei bambini nelle questure per conoscere direttamente i compiti svolti dai poliziotti. Per gli studenti sono previsti anche concorsi che premieranno i migliori lavori realizzati di volta in volta sull’iniziativa.

Parchi sicuri
In risposta all’esigenza di molti cittadini che chiedevano maggiore presenza della Polizia nei parchi, oggi nelle aree verdi delle maggiori città italiane si trovano sempre più spesso le pattuglie speciali a cavallo. Sono composte da un agente della Polizia di Stato e da un agente del Corpo Forestale. In questo modo si vogliono rendere i parchi più sicuri e frequentabili con tranquillità da tutti i cittadini.

Denunce a domicilio
E’ operativo in tutta Italia il servizio “denunce a domicilio” che favorisce i cittadini a “forte disagio” che, per problemi di età , handicap fisici o altre situazioni, abbiano difficoltà a recarsi negli Uffici di Polizia per sporgere denuncia. Cosଠchi subisce un fatto delittuoso e si trova impossibilitato a recarsi al commissariato potrà richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine (telefonando al “113”) e ricevere direttamente in casa sua la visita di una pattuglia pronta a ricevere la denuncia e a dare assistenza al cittadino.
Sono già tante le persone che ne hanno fatto richiesta per varie situazioni e fino ad oggi i risultati sono stati positivi su tutto il territorio.

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale