Economia

La carica dei giovani volontari, c’è il bando del servizio civile

volontariato, servizio civile

Sono 35 mila i posti disponibili per i progetti in Italia e all’estero del servizio civile. L’opportunità per affrontare un’esperienza di cittadinanza attiva. Da Trieste fino al Venezuela. Per partecipare c’è tempo fino alle ore 14 di giovedì 30 giugno

servizio civile, volontariatoBando del servizio civile. Si va dalla digitalizzazione per condividere le fonti sulla stagione dei movimenti del 1966-1978 con l’Arci a Roma fino all’educazione e promozione culturali di attività sportive per disabili con le Acli a Trieste. Dai progetti in Venezuela con i Caschi Bianchi per gli interventi umanitari nelle aree di crisi fino alle iniziative della Caritas in Albania. Prendono il via i progetti di servizio civile in Italia e nel mondo nell’ambito dal dipartimento della Gioventù, Servizio civile nazionale, Regioni e Province autonome.

Nel complesso i progetti coinvolgeranno 35.203 giovani. I nuovi bandi pubblicati in questi giorni prevedono iniziative nell’assistenza, nella protezione civile, nell’ambiente, nella tutela del patrimonio artistico e culturale e nell’educazione e promozione culturale. Sono coinvolti piccoli e grandi operatori che con le loro iniziative danno l’opportunità ai giovani di avvicinarsi alla cittadinanza attiva per un anno intero.

I posti messi a bando per progetti di ambito nazionale e internazionale sono 21.359 (il bando). La gran parte dei giovani (20.651) coinvolti da questo bando verrà impiegata su progetti che si svolgeranno sul territorio nazionale mentre saranno 708 quelli che verranno avviati su progetti all’estero. La durata del servizio sarà di dodici mesi e l’assegno mensile che spetta ai volontari è pari a 433,80 euro.

In ambito regionale invece i posti sono in tutto 11.144. A livello regionale i posti saranno suddivisi in questa maniera: 355 in Abruzzo, 161 in Basilicata, 873 in Calabria, 2.514 in Campania, 958 in Emilia Romagna, 193 in Friuli Venezia Giulia, 978 nel Lazio, 245 in Liguria, 1.641 in Lombardia,  282 nelle Marche, 247 in Molise, 824 in Piemonte, 67 nella Provincia Autonoma di Bolzano, 107 nella Provincia Autonoma di Trento, 398 in Puglia, 544 in Sardegna, 1.962 in Sicilia, 607 in Toscana, 116 in Umbria, 17 in Valle d’Aosta e 755 in Veneto. Anche in questo caso, l’assegno mensile previsto è di 433,80 euro e la durata dei progetti è di dodici mesi.

Tempi e modi. I candidati dovranno scegliere il progetto a cui partecipare sul sito del Servizi civile e presentare la propria domanda all’ente che realizza il progetto. La candidatura deve arrivare all’ente entro le ore 14 di giovedì 30 giugno 2016. Le domande vanno presentate in carta semplice seguendo il modello presente nel bando di concorso (allegato 2) insieme ad una scheda in cui vengono specificati i titoli di studio (allegato 3). Ogni candidato può presentare una sola candidatura per un solo progetto da scegliere tra tutti quelli presenti nel bando. Se si presentano più domande, si viene automaticamente estromessi dal concorso.

L’iter della selezione. A scegliere i volontari da coinvolgere sarà l’ente titolare del progetto. Così come saranno gli organizzatori a verificare i requisiti come i limiti di età, il possesso della cittadinanza italiana e l’assenza di condanne penali. I risultati e le graduatorie dei candidati prescelti saranno così pubblicate via internet dall’ente organizzatore che indicherà anche la sede dove il volontario dovrà presentarsi il primo giorno di servizio e quella di attuazione del progetto.

L’attestato. Durante l’attività di servizio civile, i volontari sono dovranno rispettare l’orario di servizio e le condizioni che riguarderanno i possibili obblighi di pernottamento, o di altra natura, legati all’iniziativa. Al termine del servizio, l’Ufficio per il servizio civile rilascerà, ai giovani che hanno partecipato ai progetti, un attestato di espletamento del servizio civile volontario.

vivicentro.it/economia – repubblica/La carica dei giovani volontari, c’è il bando del servizio civile

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale