Cronaca Motori

F1, GP Bahrain 2017: vittoria strepitosa di Sebastian Vettel

F1, GP Bahrain 2017, vittoria strepitosa di Sebastian Vettel

Ferrari sugli scudi al Bahrain International Circuit: ad imporsi nel Gran Premio del Bahrain, terza prova del mondiale 2017 di Formula 1, è stato Sebastian Vettel. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas battuti! Kimi Raikkonen chiude 4°

Nel terzo round del Mondiale di F1 2017, sul tracciato di Sakhir (Bahrain), Sebastian Vettel conquista una vittoria strepitosa, la seconda della stagione, la 44esima della propria carriera e la quinta con i colori della Ferrari. Il tedesco ha preceduto le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Conclude al 4° posto un buon Kimi Raikkonen e quinta la Red Bull di Daniel Ricciardo. Ritiro per Max Verstappen nelle prime battute. Grazie a questo risultato, il tedesco ottiene anche la testa della graduatoria iridata.

Super partenza di Seb – Pronti, via ed è subito un Vettel scatenato: staccata profondissima e seconda piazza guadagnata alle spalle di Bottas superando un Hamilton quasi sorpreso. Di contro, Raikkonen si lascia sorpassare da un Verstappen molto aggressivo e nella lotta viene superato anche dalla Williams di Massa alla curva 4 decadendo in settima posizione. Tedesco molto aggressivo negli scarichi del finlandese della Mercedes mentre Lewis deve guardarsi da un Max che non vuol fare certo la comparsa e Ricciardo (5°).

Undercut Ferrari – Sebastian è più veloce ed al 11° giro decide di anticipare tutti rientrando prima e montando le supersoft. Tornato in pista il teutonico fa segnare un tempo strepitoso di 1’34″6 decisamente più rapido rispetto ai primi. Una strategia seguita a ruota dalla Red Bull con Verstappen che, dopo aver cambiato le gomme, finisce a muro.

Safety Car – Incidente alla prima curva, poi, tra Lance Stroll (Williams) e Carlos Sainz (Toro Rosso) che porta alla Safety Car ed ecco il valzer dei pit-stop: Bottas, Hamilton e Ricciardo tra gli altri. Nel frangente Lewis, volutamente, rallenta prima dell’ingresso nella pit-lane l’australiano, cosa che gli costa 5″ di penalità. La strategia ha successo e Vettel ( supersoft) è davanti a Bottas (supersoft), Ricciardo (soft), Hamilton (soft), Massa (supersoft) e Raikkonen (supersoft), attardato anche da una sosta lenta.

Ferrari in testa – Seb inserisce la modalità martello mentre Lewis si libera della Red Bull immediatamente mettendosi a caccia del compagno di squadra disponendo delle gomme più dure. Sul piede dell’1’35” il 4 volte campione del mondo spinge, facendo una gran differenza rispetto alle Mercedes mentre Kimi ha uno scatto d’orgoglio superando prima Ricciardo e poi Massa con grande decisione, prendendosi la quarta posizione.

Duello Hamilton-Vettel – Va in scena un duello di pura prestazione tra Sebastian e Lewis con il britannico che, disponendo delle mescole più dure, alla distanza, guadagna. Tiene botta comunque la Ferrari che poco dopo metà gara, seguendo la stessa strategia di Bottas (3°) rientra montando gli pneumatici con banda gialla per andare fino in fondo. E’ Hamilton in questa fase ad essere in testa, gestendo bene la vettura, ma non riuscendo ad arginare la risalita della Ferrari del tedesco che, dopo aver superato il compagno di squadra, guadagna 1″ al giro sul leader. La scuderia di Stoccarda dunque richiama il tre volte iridato alla 42esima tornata, scontando nel contempo i 5″ di penalità. Il n.44 decade in terza posizione  finendo alle spalle non solo del Cavallino Rampante ma anche del teammate mentre Raikkonen mantiene il 4° posto davanti a Ricciardo ed a Massa.  Non ci sta il britannico e con rabbia e determinazione pur avendo 18″ di ritardo vuol giocarsi la vittoria fino in fondo ed è così che, agevolato anche dal compagno di squadra, ottiene la seconda piazza puntando la Rossa. Gli ultimi giri sono di grande tensione anche per i tanti doppiati che il teutonico si trova ad affrontare ma il successo finale non sfugge al pilota di Heppenheim che suggella la propria superiorità davanti alle Frecce d’Argento. 

redazione sportiva/automoto/oasport/

[email protected]

Twitter: @Giandomatrix

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale